Guida alla scelta di una borsa fasciatoio con maniglie: criteri di acquisto, struttura, caratteristiche, organizzazione, prezzi e marche

Pensando al corredino del nostro bimbo, abbiamo probabilmente sentito parlare anche della borsa fasciatoio. Se pensiamo di acquistarla, è opportuno considerare bene le sue caratteristiche, comprese quelle un po’ meno conosciute. Per questo, qui vogliamo parlare meglio della borsa fasciatoio con maniglie.

Borsa fasciatoio con maniglie: cominciamo a conoscerla

Una borsa fasciatoio è nata apposta per poter contenere in modo ordinato ciò che serve in caso di “emergenza” durante le uscite con i bimbi. Alcune caratteristiche sono comuni a tutti i modelli. Tra queste, la presenza di un fasciatoio. In forma di telo o materassino pieghevole, è estraibile al bisogno. Possiamo appoggiarlo su qualunque superficie, e cambiare tranquillamente il bebè. Ogni borsa presenta anche varie tasche, idonee a contenere pannolini puliti e sporchi in modo separato. Anche creme, detergenti vari e salviettine trovano posto in apposite tasche. Alcune borse includono tasche termiche per mantenere caldo uno o più biberon per poppate fuori casa. Tra le differenze, vi è proprio il modo di poterle trasportare. Esistono vari tipi di borsa fasciatoio con maniglie.

Le più semplici

I modelli più semplici sono in cotone, tela, tessuto trapuntato. Sono morbide, tipicamente infantili nei colori e nelle eventuali minute fantasie. La forma è per lo più rettangolare, le chiusure a cerniera o a velcro. Alcune sono ricamabili. Includono il fasciatoio, ma hanno poche tasche, talora solo una. Possiamo riporre pannolini e materiale utile per un unico cambio. Non hanno tasche termiche. Alcune hanno una fodera impermeabile in poliestere.

Questi modelli hanno solo i manici, pochi modelli hanno i ganci per passeggino o la tracolla. Molto leggere, al bisogno si possono infilare in altri contenitori. Sono indicate per le primissime, brevi uscite con i neonati o con lattanti molto piccoli. Funzionano come una sorta di estensione della borsa di mamma, dedicata appositamente al pupo.

I modelli intermedi

Questi modelli hanno forma che ricorda una borsa da donna, più o meno arrotondata, oppure a secchiello. Talora sono simili ad un bauletto. Oltre alle maniglie, hanno in genere i ganci per passeggino o carrozzina e la tracolla. Vi sono modelli sia monocolore, sia con fantasie infantili. I materiali sono per lo più poliestere e simili, per essere resistenti all’acqua ed al peso. Le chiusure sono a cerniera o a calamita.

Borsa fasciatoio con maniglie: le tasche

Le tasche sono uno degli elementi che differenzia questi modelli. Si tratta di borse di maggiore capienza, quindi presentano un maggior numero di tasche. E’ possibile inserire prodotti per igiene, pannolini e tutine per più cambi. Alcune borse hanno tasche termiche per un biberon. In alcuni modelli, sono presenti anche tasche esterne per le cose di utilizzo più frequente.

I modelli migliori sono quelli in cui le maniglie sono riunibili in modo tale da poterle afferrare con una sola mano. Sono borse indicate per uscite medio lunghe, con lattanti un po’ più grandi. Sono perfette anche come borsa personale per la mamma. E’ noto che una borsa da donna contiene di tutto, ma è un’impresa trovare ciò che serve. Qui ogni effetto personale è in ordine e perfettamente visibile.

Borsa fasciatoio con maniglie: i modelli più grandi

Queste borse sono simili ad uno zainetto da viaggio. Hanno sempre le maniglie, i ganci per passeggino o carrozzina e gli spallacci. Lo spazio è ancora maggiore. Vi sono più tasche interne ed esterne; quelle termiche ospitano più di un biberon. Ulteriore comodità: le tasche staccabili, utilizzabili da sole al bisogno. Vi sono anche tasche specifiche per succhiotti di riserva o giochini.

Spesso vi sono spazi appositi per cellulare, ombrello, bottiglia d’acqua. I materiali esterni sono poliestere e pvc, leggeri, lavabili e resistenti allo strappo ed all’acqua. Quasi sempre in questi modelli le maniglie sono molto forti, riunibili per un uso con un’unica mano e molto comodi. Altrettanto forti le cuciture ed i punti di raccordo.

A cosa servono

I modelli simili a zainetto sono indicati per viaggi più lunghi, oppure con bambini più grandi. In questi casi serve più materiale e spesso anche di tipo diverso. Finito l’uso per il bimbo, rimangono perfetti come zainetto multiuso anche per gli adulti.

Borsa fasciatoio con maniglie: come portarle

Le borse di misura intermedia si possono portare a mano o sul braccio, modalità classica delle borse da donna. La modalità sul braccio è tipica per lasciare le mani libere durante lo shopping o l’utilizzo dello smartphone. Nei modelli a zainetto la presa a maniglie è tipica della tempistica veloce: carico e scarico dall’automobile, salita/discesa da mezzi pubblici, manovre veloci per accudire in fretta il pupo quando strilla.

Le maniglie costituiscono anche un’alternativa di “emergenza”. Nel malaugurato caso in cui i ganci da carrozzina o la tracolla siano rovinati o inutilizzabili, rimane la possibilità di usare la borsa grazie alle maniglie.

Le maniglie sono uno dei dettagli da conoscere con precisione prima di decidere l’acquisto della nostra borsa fasciatoio

Conclusioni

Conoscere anche i dettagli delle borse fasciatoio ci consente di scegliere con maggiore consapevolezza il modello che riteniamo utile per noi ed il nostro bimbo.

Laura Daveggia è nata nel 1962 a Venezia, città in cui vive. Amante di musica classica, lettura e scrittura, ha pubblicato diversi articoli, sia online che cartacei, e due libri. Per breve periodo ha collaborato con Metropolitan Magazine e Fidelity House. Attualmente collabora con il blog “The Web Coffee” e con la rivista “Profilo Salute”.

Back to top
menu
Migliore Borsa Fasciatoio