Guida alla scelta delle borse fasciatoio più resistenti: valutazione dei materiali, struttura, design, trasporto, prezzi

In previsione della nascita di nostro figlio, ci siamo ben informati di tutto quanto è utile per un corredo da bebè. Pensando a ciò che si fa in casa, certamente, ma anche alla possibilità di uscire con lui. Magari, dopo i primi tempi, anche a qualche breve gitarella. Abbiamo deciso che potrebbe esserci utile anche una borsa fasciatoio. Ma abbiamo tantissime ragioni di volere una borsa fasciatoio resistente. Vediamo come fare.

Borsa fasciatoio resistente: per orientarci

Queste borse sono nate proprio per uscire con i bimbi ed avere a disposizione tutto il materiale per le “emergenze”. Si tratta di borse il cui spazio interno è ottimizzato al massimo. Suddiviso in tasche, permette di stivare prodotti di pulizia per il cambio, pannolini puliti, vestiti puliti e tenere tutto ciò separato dalle cose sporche. Il contenuto della borsa è quindi ben visibile e disponibile immediatamente. Alcune borse hanno anche tasche termiche, utili a tenere caldo un biberon di latte o le pappe. In tutte, è presente un fasciatoio pieghevole, estraibile al bisogno. Così possiamo cambiare il piccolo in qualunque momento e situazione. Le differenze tra i vari modelli, però, sono parecchie. Ci sono varie ragioni per cercare una borsa fasciatoio resistente.

Cosa tenere presente

Una borsa fasciatoio presenta gli agganci per appenderla a passeggino o carrozzina, i manici e/o la tracolla per portarcela addosso. Quando è piena, il peso da reggere è parecchio. E se la usiamo spesso, subisce molte sollecitazioni meccaniche. I ganci, per il continuo attacca/stacca dalla carrozzina. Manici e tracolla, se la portiamo addosso. Le chiusure, per le manovre apri e chiudi. La borsa in toto, per il peso da portare. Ma anche per il carico/scarico dall’automobile, o per il fatto di essere appoggiata su superfici varie. Può essere il caso, ad es, di un picnic sul prato o di un pomeriggio al parco. Speriamo sempre che non succeda, ma potrebbe anche capitare di prenderci la pioggia!

Borsa fasciatoio resistente: il tessuto

Per trovare tessuti resistenti, evitiamo subito le borse in tela e pelle. Quelle in cotone avrebbero un solo vantaggio. Sono lavabili in lavatrice, se molto sporche anche a temperature medio-alte. Ma al di là di questo, non si può dire che una borsa in cotone sia “resistente”. Meglio orientarci verso tessuti simili a borse e zaini da viaggio. Le borse fasciatoio più resistenti somigliano ad una borsa sportiva o ad uno zainetto anche nella forma.

Quali tessuti?

Poliestere, PVC, nylon, materiali analoghi sono i migliori verso cui orientarci. Leggeri, impermeabili, resistenti allo strappo. Si lavano facilmente e si asciugano altrettanto facilmente. Possiamo strapazzare quanto vogliamo la nostra borsa, caricarla nel baule dell’auto o sul treno senza alcun timore. Manici, tracolle e ganci sono altrettanto affidabili. Sono più comodi i modelli in cui entrambi i manici sono afferrabili con una sola mano. Alcuni modelli hanno anche gli spallacci. In questo caso, dobbiamo valutarne la possibilità di regolazione e l’imbottitura, a favore del nostro comfort. Una ulteriore comodità è offerta, in qualche modello, grazie ad un aggancio per il trolley.

Le chiusure

Orientiamoci verso chiusure a zip, ben protette, possibilmente doppie e manovrabili con una sola mano. Le zip in metallo sono forse più durevoli e resistenti, ma in genere meno scorrevoli. Quelle in plastica sono più scorrevoli, quindi più facili da manovrare se si tratta di chiusure lunghe o da aprire/chiudere velocemente. Comode anche le chiusure a calamita. In ogni caso, devono essere solide e ben rifinite. Ciò vale anche per le cuciture e tutti i punti di raccordo tra materiali diversi.

Borsa fasciatoio resistente: l’interno

Quanto detto vale anche per le tasche interne ed esterne. Alcuni modelli offrono tasche staccabili, utilissime per biberon o come porta ciuccio. Queste sono però le più soggette a sporcarsi, quindi devono essere facilmente igienizzabili. Se la borsa è foderata, anche la fodera deve essere facilmente lavabile.

Se una borsa è resistente, ci dura negli anni consentendoci un suo uso polivalente: un ottimo investimento!

Borsa fasciatoio resistente: la forma a zainetto

Il bambino cresce, le cose da fare con lui cambiano. Se la nostra borsa è tipo zainetto, potremo usarla per brevi vacanze. Il fasciatoio diventa una tovaglietta per la merenda sull’erba. Nelle tasche possiamo mettere pappe da grande e giochi vari. Potrà diventare anche un validissimo zainetto per l’inizio della scuola materna. Nelle tasche possiamo inserire la bottiglietta di acqua, matite e fogli, cappellini e felpe di ricambio. Il tessuto impermeabile lo rende idoneo a qualunque situazione. Se lo trasportiamo sul trolley, il bimbo si divertirà a trascinarlo insieme a noi.

La forma a borsa

Se invece abbiamo acquistato un modello simile ad una borsa da viaggio, quando non ci servirà per il bambino potremo usarla come borsa personale. Utilissima come borsa sportiva, ma anche per lo shopping. Possiamo tenere in ordine gli effetti personali e tutte le piccole spese quotidiane.

Conclusioni

Una borsa resistente ci offre le migliori prestazioni come borsa fasciatoio, ma ci consente un utilizzo anche a lungo termine. Si rivela quindi un buon investimento, dal punto di vista economico e funzionale.

Laura Daveggia è nata nel 1962 a Venezia, città in cui vive. Amante di musica classica, lettura e scrittura, ha pubblicato diversi articoli, sia online che cartacei, e due libri. Per breve periodo ha collaborato con Metropolitan Magazine e Fidelity House. Attualmente collabora con il blog “The Web Coffee” e con la rivista “Profilo Salute”.

Back to top
menu
Migliore Borsa Fasciatoio