Guida ala scelta delle borse fasciatoio a chiusura magnetica: quali acquistare? Consigli per l’acquisto

Tra gli oggetti da inserire nel corredino per nostro figlio, probabilmente abbiamo pensato anche ad una borsa fasciatoio. Ma forse, cominciando a guardarci intorno per vedere quale acquistare, siamo rimasti un po’ perplessi. Ce ne sono così tante, e così diverse tra loro, che è difficile capire come orientarsi. Anche perché alcuni aspetti sono un po’ “misteriosi”. Tra questi ultimi, c’è la chiusura magnetica. Di cosa si tratta?

Chiusura magnetica: cos’è?

Una chiusura magnetica è un particolare tipo di chiusura che sfrutta la capacità di attrazione di due parti tra di loro. In questo modo, si sfrutta il fenomeno magnetico anziché la componente meccanica per chiudere qualche cosa. E’ un tipo di chiusura che ultimamente si è diffuso in molti campi. Lo troviamo nell’arredamento, per cassetti ed ante di armadi. In maniera leggermente diversa, è usato anche nell’edilizia: alberghi, aziende, appartamenti hanno frequentemente porte a chiusura magnetica. Chiusure magnetiche sono presenti anche in abbigliamento ed accessori: giacche, gioielli, portamonete, borse.  Design, innovazione e funzionalità sono le qualità che spesso fanno preferire questo ad altri sistemi di chiusura.

Borsa fasciatoio: conosciamola meglio

Una borsa fasciatoio è una borsa che serve per avere tutto l’indispensabile quando usciamo con il nostro bimbo. Contiene un fasciatoio pieghevole e lavabile, pronto all’uso al momento del bisogno. Una serie di tasche, in numero variabile, ci permette di inserire pannolini puliti, detergenti senza risciacquo, salviettine detergenti, pasta per il cambio. Con queste modalità, tutto il materiale è sempre in ordine, visibile e utilizzabile con facilità. La maggior parte delle borse presenta ganci per appenderle a passeggino o carrozzina, manici e tracolla.

Le differenze

Al di là di questi aspetti in comune, le borse fasciatoio si differenziano tra di loro per varie altre caratteristiche. Una di queste è appunto la modalità di chiusura, che può essere a zip, con velcro, oppure magnetica. Vediamo dove si trova e quali sono i pro e contro.

Chiusura magnetica: in quali borse?

Questo tipo di chiusura è presente prevalentemente in un tipo di borsa fasciatoio che possiamo definire “intermedia”. Sono borse simili a borse sportive, più o meno rettangolari/arrotondate, o a bauletto. Nella forma esterna ricordano un po’ le borse da donna. Hanno ganci per telaio da carrozzina e passeggino, manici e tracolla. Presentano molte tasche, sia interne che esterne. Oltre alle cose pulite, permettono di tenere in uno spazio separato anche pannolini o tutine sporche. Alcuni modelli offrono tasche termiche, per poter tenere al caldo un biberon di latte per una poppata fuori casa. Ovviamente, è incluso il fasciatoio. Sono borse indicate per le uscite un po’ più lunghe, quando ci può servire un po’ più di materiale rimanendo fuori casa.

Chiusura magnetica: quali tasche?

Le tasche principali e quelle interne hanno in genere chiusura a zip, qualcuna con il velcro. Le tasche esterne sono per lo più aperte, elasticizzate. La chiusura magnetica è posta di solito sulla parte frontale, su una tasca chiudibile con una sorta di patta. Generalmente, si tratta di tasche con poco spessore. Quindi è possibile inserire oggetti piccoli: salviette detergenti, fazzoletti, succhiotti e simili.

Chiusura magnetica: vantaggi

Una chiusura magnetica è una soluzione ideale per chiudere ed aprire con facilità la tasca. I due elementi che la compongono si trovano praticamente da soli per chiudersi, e per aprirli basta forzarli in senso contrario. Significa che è possibile manovrarla con una mano sola ed in velocità. Ciò è decisamente utile quando con il bambino abbiamo bisogno proprio di quelle cose tenute in tasca esterna perché di uso più frequente, come quelle sopra ricordate. Inoltre, spesso la parte in evidenza ha un design gradevole che ne valorizza l’estetica.

Chiusura magnetica: svantaggi

Esistono anche aspetti negativi che dobbiamo valutare attentamente. Questo tipo di chiusure è abitualmente utilizzabile su tessuti grossi. Inoltre, dimensione e forza di attrazione delle due componenti devono essere proporzionati alla tasca o borsa da chiudere. Questo significa che, anche se la tasca fosse molto ampia, potrebbe non essere possibile inserire parecchio materiale. Altro aspetto, la resistenza. Proprio in quanto si tratta di tasca esterna per oggetti di uso frequente, è una chiusura manovrata molto spesso. Come sono fissate le due componenti? Possono essere cucite, ma esistono altri modi di applicazione. Quanto tengono? Cosa non secondaria: se sono cucite, potremmo ripararle noi in caso di rottura?

La pulizia

Ultimo aspetto da non sottovalutare, le modalità di igiene. Il fasciatoio è comunque staccato e lavabile senza remore. Ma dobbiamo pulire anche la borsa. I materiali che compongono questa tipologia di borse sono assai vari, e vanno dalla pelle o similpelle, al poliestere e altri materiali sintetici. Certamente non possiamo lavarle in lavatrice! Però è necessario fare attenzione anche alla classica modalità del panno: potrebbe rovinare la chiusura magnetica.

Conoscere anche gli aspetti meno noti delle borse fasciatoio ci permette una scelta più mirata

Conclusioni: rimane un dubbio

Si tratta verosimilmente di scrupoli eccessivi, ma in molte persone rimane il dubbio se sia possibile inserire in queste tasche oggetti che potrebbero interferire con l’aspetto magnetico. Smartphone, tessere magnetiche tipo abbonamento ai mezzi pubblici e simili “vanno d’accordo” con queste chiusure? Una ulteriore valutazione, prima di decidere pro o contro.

Laura Daveggia è nata nel 1962 a Venezia, città in cui vive. Amante di musica classica, lettura e scrittura, ha pubblicato diversi articoli, sia online che cartacei, e due libri. Per breve periodo ha collaborato con Metropolitan Magazine e Fidelity House. Attualmente collabora con il blog “The Web Coffee” e con la rivista “Profilo Salute”.

Back to top
menu
Migliore Borsa Fasciatoio